Oberea Linearis

Il coleottero,Oberea Linearis detta Cerambide del nocciolo la si può riconoscere dai danni che causa sui ramoscelli apicali, disseccandoli e creando al suo interno gallerie. Così facendo indebolisce la struttura vascolare dei ramoscelli giovani e ne causa il totale collasso.

Sintomatologia:

Abbiamo pensato di andare alla ricerca di una pianta affetta da questo parassita e fotografarne le sintomatologie dei danni, esterne e interne.

Questa foto è stata scattata presso il laboratorio di analisi RB – sementi. Si riconosce perfettamente un’erosione molto precisa della parte vascolare del ramo, trovando inesistente tutto il canale linfatico. vedremo nell’immagine successiva, il totale disseccamento della foglia.

Nel caso in cui si veda un inizio di disseccamento simile a questo verificare all’interno del canale midollare di questo ramo se sono presenti larve giallastre.

PER EVENTUALI DIAGNOSI PRIVATE CONSULTARE LA NOSTRA SEZIONE “CONSULTA L’ESPERTO”  DEL SITO WWW.RBSEMENTI.COM

3 pensieri su “CERAMBICE DEL NOCCIOLO

  1. Michele dice:

    Buongiorno,
    Il mio,noccioleto presenta ogni estate alcune giovani pertiche secche che ogni volta taglio e apro verificando la larva ma ad oggi non ho scoperto cosa utilizzare , se per esempio esiste un nematode entomopatogeno da usarsi.
    Avete aiuto da propormi
    Grazie
    Michele

  2. Roveta Arturo dice:

    Se possibile vorrei sapere in che periodo bisogna trattare e con quale prodotto.
    negli anni passati ho provveduto a tagliare i rami che individuavo ma non è cosa semplice anche perche a volte sono verso la punta delle piante e non arrivo ad effettuare le operazioni.
    Grazie se potete essermi di aiuto.

    • nb dice:

      LOTTA AL CERAMBIDE DEL NOCCIOLO – Oberea Linearis
      Attualmente non ci sono fitofarmaci idonei per effettuare un trattamento di abbattimento dell’insetto, si può intervenire nel periodo di Maggio/Giugno con principio attivo di AZADIRACTINA alle fuoriuscita dell’adulto.
      Bisogna tenere presente che il ciclo biologico dell’insetto il quale si completa ogni due anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *